Anomalie 2021            

Torna per il 15° anno Anomalie, un evento che illumina le periferie con equilibrismi, danze aeree, clownerie, giocoleria, ma anche teatro sperimentale, opere multimediali ed improvvisazioni musicali. Oltre sessanta artisti, tre spettacoli al giorno per diciassette giorni renderanno il parco delle Canapiglie un’anomala piazza dedicata allo spettacolo, alla cultura ed alla formazione. Lo scopo è quello di reinterpretare la periferia metropolitana attraverso l’innovazione e lo scambio intergenerazionale a dimostrazione di come il messaggio delle arti possa migliorarne la qualità della vita dei territori ed aumentare il benessere individuale, in una commistione fra un grande evento ed una festa di quartiere. 

Il pomeriggio è deicato ai workshop di nuovo circo per i più piccoli (4 – 14 anni) e il laboratorio dedicato alla canzone popolare romanesca per far esibire tutto il pubblico. Entrambi porteranno alla creazione di un’opera corale e originale creata e adattata per il luogo ospite. Lezioni spettacolo e performance al tramonto anticipano gli  spettacoli serali delle ore 21. Tutto ad ingresso gratuito per un pubblico da 0 a 99 anni.  Ideato e promosso dal Kollatino Underground in collaborazione con 238 Hangar delle Arti, Artinconnessione Nuova e la Scuola Popolare di Musica del Testaccio, per la direzione artistica di Alberto Longo (nuovo circo), Chiara Crupi (teatro) e Roberto Nicoletti (musica).   .  

Alberto Longo, direttore dell’Hangar delle arti, ha affidato l’apertura del festival ad Andrea  Papa in Quisquigliaggini che armato di una valigia, traboccante di fantasie, renderà possibile l’impossibile. In programma  clownerie, giocolerie e equilibrismi di Daniele Pinzi in Zeppanic Show; Alessio Paolelli in Colpi Di Toss con tante gag e un finale con tre torce infuocate a 3 metri d’altezza su un instabile monociclo. A strabiliare il pubblico la performance di danza trapezio di India Baretto, la danza con l’hoola hop di Chiara Ruggero, la danza aerea di Livia Maria Cordasco. In programma anche Nicola Danesi de Luca in Cocò Clown, la giocoleria di Elia the Juggler, le fiabe raccontate da Milena Frantellizzi, le arti dell’improvvisazione, dell’one man show e della clownerie interpretate da Guglielmo Bartoli. Anche quest’anno il teatro è protagonista nella sua espressione più popolare e nella piena integrazione con il pubblico. Torna il talentuoso Emiliano Valente, artista che non accetta etichette, autore autodidatta con carriera da solista presenta il lavoro prodotto nella precedente edizione, rielaborato alla luce delle vicende politiche attuali, con un focus sulle imminenti elezioni politiche con S.T.AC.C.E (se tu avessi come capitale Helsinki). ScenikAttiva, composta da Alessandra Magrini e Antonio Carboni, proporrà il workshop di Teatro e Canzone Romanesca che si concluderà con lo spettacolo finale TiberinaX per un percorso di ricerca e confronto collettivo sulla Romanità che ognuno sente vivere nell’animo. Il linguaggio dimenticato mescola le rime con quello moderno, personaggi caratteristici e persone semplici che rivelano storie in grado di svelare la vera essenza di Roma. La kermesse si conclude con Goldrake, il Gran Galà di Circo, a cura del collettivo Hangar delle Arti composto da 16 artisti provenienti da tutto il mondo, per la regia di Alberto Longo. Un mix esaltante di giocoleria, trapezio, acrobatica, clown ed equilibrismo. Novità di questo anno saranno le opere multimediali del format Visioni a cura del collettivo artistico Margine Operativo coordinato da Alessandra Ferraro e Pako Graziani. I suoi campi d’azione sono: il teatro, le arti performative, il video.Ha  una natura poliforme e meticcia che lo porta ad agire su più fronti della creazione artistica contemporanea: dalla produzione di spettacoli teatrali e di formati performativi in bilico tra diversi codici artistici, alla ricerca sul linguaggio video. Segue l’mperdibile il dj set della Reina del Fomento. 

E le sperimentazioni di musica originale dell’edizione 2021 di JazzTorreMaura in collaborazione con la Scuola Popolare di Musica del Testaccio per la direzione artistica di Roberto Nicoletti. In programma la Menestrella Femminista, Nicoletta Salvi,  i virtuosismi e le improvvisazioni del collettivo di jazzisti diretti dai maestri Simone Alessandrini, Mauro Verrone, Roberto Nicoletti, Paolo Cintio, il quintetto di Roberto Nicoletti e il quartetto capitanato da Pasquale Innarella.

Lo scopo ultimo che si propone ANOMALIE è di creare socialità, dando la possibilità a spettacolo e periferia di incontrarsi attraverso una produzione culturale popolare ed innovativa allo stesso tempo. In questi anni abbiamo osservato come il pubblico romano ha accolto la manifestazione come una parata festosa al plenilunio, cui tutti partecipano richiamati dai suoni e, appunto, dalla anomalia della presenza di qualcosa di inatteso. Come affermiamo ormai da 15 anni, le manifestazioni culturali promosse e finanziate dagli enti pubblici, devono doverosamente essere accessibili e mostrare la vocazione sociale e culturale per determinare stimolo e dinamiche propositive e formative per la cittadinanza, dichiarano gli organizzatori della manifestazione, il collettivo del Kollatino Underground. 


“Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico Estate Romana 2020 – 2021 – 2022,  curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in  collaborazione con SIAE”

ANOMALIE 2020

La sperimentazione in periferia 14° ed. Parco delle Canapiglie, via delle Cincie – Torre Maura – Roma un progetto di Kollatino Underground dall’8 al 18 ottobre 2020

Quattordicesima edizione per il progetto artistico per la periferia del Kollatino Underground, una commistione fra un grande evento ed una festa di quartiere che unisce la promozione culturale alla formazione alle arti.

Dieci giorni di laboratori, spettacoli di teatro,  nuovo circo e concerti. Tutto ad ingresso gratuito. Cuore dell’evento, uno Chapiteau, che vivrà nel quartiere, presentandosi immediatamente agli occhi degli abitanti come una anomala novità, in cui assistere a dieci giorni di spettacoli di teatro sperimentale, nuovo circo, musica,  opere  multimediali e workshop presentati da compagnie che provengono da tutto il mondo. Lo scopo è quello di reinterpretare la periferia metropolitana attraverso l’innovazione e lo scambio intergenerazionale a dimostrazione di come il messaggio delle arti possa migliorare la qualità della vita dei territori ed aumentare il benessere individuale. Apre il festival il Duo Simmetrica in Tricken’Trouble di e con Kiki e Nouvelle, direttamente dalla Francia. Due sorelle si contendono la pista a colpi di dispetti disposte a tutto pur di stare in scena tentando di trovare un modo per collaborare.In programma anche Nicola Denesi de Luca in Cocò Clown, la proiezione dell’opera cinematografica Milano Via Padova di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, seguita dall’incontro in streaming con gli autori per discutere l’opera.  Stefano Zacchi in Swing Box ci presenta uno spettacolo poliedrico composto da performance di giocoleria, musica dal vivo e dialogo con il pubblico. Andrea Mineo ripropone Boato!, spettacolo già affermato e di successo che unisce il teatro di strada, il clown e una rivisitazione personale dell’uso dei trampoli. La collaborazione tra 238Hangar e il collettivo DamaRame da vita allo spettacolo Tango 109, poesia, musica e danza acrobatica aerea. Si prosegue con il concerto del Ponentino Trio in “Roma lo senti er Ponentino”: canzoni romane popolari antiche e moderne dalla forte carica evocativa e ironica. Emiliano Valente, artista che non accetta etichette, autore autodidatta con carriera da solista presenta in prima nazionale S.T.AC.C.E (se tu avessi come capitale Helsinki). Dal Cile Ignacio Sanchez, performer della Compagnia Cronopis, ci offre uno spettacolo unico e multidisciplinare dove unisce la magia del clown, il teatro corporeo, la danza e l’interazione con il pubblico. La kermesse si conclude con il Gran Galà di Circo, a cura del collettivo Hangar delle Arti composto da 16 artisti provenienti da tutto il mondo, per la regia di Alberto Longo, Smile Carucci e Five Quartett Trio, mix esaltante di giocoleria, trapezio, acrobatica, clown ed equilibrismo. A seguire lo spettacolo finale a cura di Hangar delle Arti risultato del laboratorio pomeridiano di circo che ha portato alla creazione di un’opera corale e originale creata e adattata per il luogo ospite.

Tutti i pomeriggi, laboratori gratuiti dedicati alla popolazione del territorio. Dalle 17 alle 18 l’Hangar delle Arti  propone un workshop di nuovo circo e giocoleria (fino ai 14 anni), mentre l’associazione culturale ScenikAttiva, composta da Alessandra Magrini e Antonio Carboni, propone dalle 18 alle 19 il workshop di Teatro e Canzone Romanesca che si concluderà con lo spettacolo finale TiberinaX previsto sabato 17 ottobre. In programma dieci giorni di spettacoli di nuovo circo, teatro e concerti musicali.

Lo scopo ultimo che si propone ANOMALIE è di creare socialità, dando la possibilità a spettacolo e periferia di incontrarsi attraverso una produzione culturale popolare ed innovativa allo stesso tempo. In questi anni abbiamo osservato come il pubblico romano ha accolto la manifestazione come una parata festosa al plenilunio, cui tutti partecipano richiamati dai suoni e, appunto, dalla anomalia della presenza di qualcosa di inatteso. Come affermiamo ormai da 10 anni, le manifestazioni culturali promosse e finanziate dagli enti pubblici, devono doverosamente essere accessibili e mostrare la vocazione sociale e culturale per determinare stimolo e dinamiche propositive e formative per la cittadinanza, dichiarano gli organizzatori della manifestazione, il collettivo del Kollatino Underground. 
Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico ‘Estate Romana 2020 – 2021 – 2022’ e fa parte di Romarama, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale. 

 

Programma

Tutti i giorni

ore 17.00 Laboratorio di arte circense e nuovo circo, a cura di Hangar delle Arti > 6 – 14 anni

ore 18.00 Laboratorio di canzone popolare a cura di Alessandra Magrini > 19 – 99 anni (dal 13 ottobre)

Il risultato dei laboratori sarà la creazione di uno spettacolo originale. (vedi programma)

8 ottobre

ore 18.30 Duo simmetrica in Trik’n’Trouble (Italia, Francia) – Acrobatica e Nuovo Circo

Costrette insieme da esigenze di spettacolo, due sorelle si contendono la pista a colpi di dispetti. La mania di

protagonismo di entrambe le porta ai ferri corti, disposte a tutto pur di stare in scena troveranno il modo di

collaborare. Kiki -ballerina impacciata- e Nouvelle – sfrontata giocoliera- in un movimentato ensemble circense uniscono mirabolanti numeri di acrobazie con l’hula hoop alla poesia della danza aerea, alla stand up comedy dei bisticci in uno spettacolo di teatro circo contemporaneo che ha coinvolto centinaia di grandi piazze, spazi

aperti, teatri e chapiteau di tutta Europa.

9 ottobre

ore 18.30 Nicola Danesi de Luca in Cocò Clown – Clownerie

Cocò Clown rallegrerà il pubblico con un esilarante spettacolo comico dove unisce tecniche teatrali e di clownerie.

ore 19.30 Milano Via Padova di Antonio Rezza e Flavia Mastrella – Opera cinematografica

Uno spaccato di vita quotidiana che ha come protagonisti il razzismo, l’influenza dell’omologazione voluta dai mass media e l’insofferenza dovuta alla convivenza forzata con lo straniero in luoghi dove la cultura è carente.

Segue un incontro in streaming con gli autori RezzaMastrella per dibattere l’opera insieme al pubblico.

10 ottobre

ore 18.30 Stefano Zacchi in Swing Box – Giocoleria e Musica

Swing box è uno spettacolo adatto a tutte le età, che favorisce la partecipazione attiva del pubblico ed il

coinvolgimento degli spettatori. Uno spettacolo poliedrico, composto da performance di giocoleria, musica

dal vivo e un intenso dialogo con il pubblico.

11 ottobre

ore 18.30 Andrea Mineo in Boato! – Giocoleria e Nuovo Circo

Uno spettacolo in continua trasformazione che unisce il teatro di strada, il clown e una ricerca personale

sull’uso dei trampoli e dell’altezza come sfida. Boato è stato portato in scena nelle più belle piazze italiane e

al Festival Internazionale di Circo Contemporaneo “Cirk Fantastic” all’interno della categoria Off. Un

eccentrico, disorganizzato e rumoroso personaggio, amante della magia, della danza e dell'altezza che con

improbabili prodezze al limite tra idiozia e coraggio vi porterà in un mondo colorato e assurdo dove vige

un unica parola d’ordine: Boato!

13 ottobre

ore 19.00 India Baretto in Tango 109 – Acrobatica Aerea e Nuovo Circo

Spettacolo poetico di canzone, acrobatica aerea e giocoleria di e con India Baretto, coreografia di Chiara Ruggero, aiuto regia di Alberto Longo e costumi di Damaka Sartoria

14 ottobre

ore 19.00 Ponentino Trio in Roma lo senti er Ponentino – Concerto

Le più belle canzoni romane antiche e moderne e che comprendono brani ed autori che hanno arricchito il

canzoniere popolare romano. Un notevole numero di stornelli a rispetto e a dispetto dalla forte carica evocativa e dalla pronunciata vena ironica completano l’atmosfera dello spettacolo. Repertorio basato sulle poesie dei poeti tradizionali romani: G.G.Belli, Trilussa, C. Pascarella e da alcuni contemporanei come Remo Remotti e Marcello Gazzellini. I brani musicali e i testi riguardano i seguenti argomenti: La Città e i suoi caratteristici. L’amore e la relazione tra gli amanti. Gli aspetti tragici e melanconici della tradizione popolare. Lo spirito ironico degli abitanti della città eterna.

15 ottobre

ore 21.00 Emiliano Valente in S.t.a.c.c.e. (Se Tu Avessi Come Capitale Helsinki) – Teatro Sperimentale

Il centro urbano per nulla urbano, il centro storico come luna park, entri paghi il biglietto consumi e fuggi. Periferie sempre più lontane, posti nuovi, isolati e abbandonati, case del centro solo in affitti temporanei. Emergenza freddo, emergenza caldo, emergenza casa, emergenza rifiuti, emergenza alberi, emergenza allagamenti, emergenza sanità, emergenza traffico, emergenza trasporti, emergenza bus, emergenza metro, emergenza scale mobili, emergenza municipalizzate. In questo piano di emergenza continua, dovere civico è ascoltare storie e trasformarle in racconti. In racconti di una Roma dimenticata.

16 ottobre

ore 19.00 Compagnia Cronopis di Ignacio Sánchez, in Crono (Cile) – Nuovo Circo

Crono offre uno spettacolo differente, eccitante e unico. In scena un artista poliedrico per uno spettacolo

multidisciplinare dove si mescolano la magia e la dolcezza del clown, il teatro corporeo, la danza

(jazz,cumbia, clásica, contemporánea e hip-hop), la giocoleria e la costante interazione con il pubblico.

Grazie alla competenza e spontaneità di Crono, tutto si fonde in un’unica sinfonía che trasporterà gli

spettatori fino ad una divertentissima fusione nel ballo.

17 ottobre

ore 21.00 Alessandra Magrini in TiberinaX (Italia) – Teatro Canzone

L’Associazione Culturale Scenikattiva ormai da molti anni attraversa l’esperienza del festival Anomalie nel

territorio sottostante le case popolari di Torre Maura. Avendo potuto apprendere la conoscenza del territorio e stabilito un rapporto di fiducia con i fruitori della manifestazione è stato sviluppato un percorso laboratoriale a loro rivolto, che si avvale della collaborazione dell’attrice e autrice Alessandra Magrini e del musicista chitarrista Antonio Carboni.

Il laboratorio, che partirà dal 13 ottobre, avrà durata di circa un’ora e verrà svolto in ogni giornata del festival con l’obiettivo di mettere in scena lo spettacolo finale chiamato TiberinaX che vedrà protagonisti gli stessi abitanti delle case popolari. La durata triennale del laboratorio alimenta la possibilità di avvicinamento culturale per categorie sociali che spesso non hanno possibilità di accesso diretto alla cultura ne come fruitori tantomeno come protagonisti.

18 ottobre

Gran Galà di Circo

(Italia, Argentina, Brasile, Francia, Germania)

Sotto la denominazione Hangar delle Arti si è raccolto dal 2009 un ensemble di 16 artisti e gruppi circensi

italiani e non che periodicamente in occasioni speciali si riuniscono per dare vita ad una Kermesse di

circo frenetica e festosa. Lo spirito goliardico e le straordinarie abilità degli artisti coinvolti sono gli ingredienti

fondamentali di uno spettacolo creato e diretto da alcuni dei migliori artisti di circo romani, Alberto Longo,

Smile Carucci e Five Quartet Trio. Numerose le tecniche in scena giocoleria, trapezio, acrobatica, clown,

equilibrio, magia, musica dal vivo. A seguire lo spettacolo frutto del laboratorio portato avanti dal collettivo Hangar delle Arti.

Informazioni

dall’8 al 18 ottobre 2020 – tutti i giorni dalle 17.00
Circo Rosso | Parco delle Canapiglie – ingresso da via delle Cince | Torre Maura

Posizione GoogleMap: 41°52’24.9″N 12°36’15.9″E


INGRESSO GRATUITO

Ogni evento su prenotazione: kollatinounderground@gmail.com

Facebook: Kollatino Underground

www.kollatinounderground.eu

INFO: +393391039949 – +393477023486

Ufficio Stampa: Artinconnessione info@artinconnessione.com tel: +393932969668

dall’8 al 18 ottobre 2020 – tutti i giorni dalle 17.00
Circo Rosso | Parco delle Canapiglie – ingresso da via delle Cince | Torre Maura
Posizione GoogleMap: 41°52’24.9″N 12°36’15.9″E


I

    Iscriviti alla nostra newsletter

    kollatinounderground.it © Associazione Culturale KOLLATINO UNDERGROUND, Via dei Prati Fiscali n° 215 C.A.P. 00141 Roma, P.I. 08558041003, C.F: 97303640581